IT | EN
steel-global-player-coils-strips-flats-products-marcegaglia

REGISTRATI

Per ricevere le Newsletter personalizzate. >>

general terms conditions marcegagliaMarcegaglia BuildtechMarcegaglia Do BrasilMarcegaglia ChinaMarcegaglia PolandMarcegaglia RomaniaMarcegaglia RUMarcegaglia UKMarcegaglia UsaMarcegaglia FranceMarcegaglia DeutschlandMarcegaglia IbericaMarcegaglia SteellifeFondazione Marcegaglia OnlusCorporate Golden Donor FAI

Marcegaglia si riorganizza per essere sempre più protagonista dell’industria siderurgica

Dal 1 Novembre 2015 Marcegaglia ha completato un importante percorso di riordino e riorganizzazione delle proprie attività: una "suddivisione con maggior trasparenza e chiarezza", come spiega il Presidente Antonio Marcegaglia in un’intervista a  Siderweb, "delle partecipazioni non core (turismo, componentistica elettrodomestica, building…) rispetto al core business, cioè la trasformazione dell’acciaio, che è il settore sul quale ci vogliamo concentrare e rafforzare".

Questo riordino si traduce in un raggruppamento, seppur suddiviso da un punto di vista societario, sotto ad una holding Marcegaglia Steel, dei 3 principali business dell'attività Marcegaglia: la parte carbon steel (attività legate ai piani e tubi in acciaio al carbonio), la parte specialties (attività nei settori degli acciai inossidabili e trafilati) e la parte plates (lamiere da treno).

L’obiettivo è duplice: da un lato quello di dare maggior chiarezza e maggior trasparenza sia all’interno che all’esterno e, dall’altro, "la valenza industriale è quella di poter crescere da protagonisti eventualmente aggregando, o con forme di alleanza, altri operatori in un percorso che, in termini di consolidamento, credo potrà interessare anche la prima e la seconda trasformazione. Ci vogliamo essere, vogliamo crescere e lo vogliamo fare da protagonisti e anziché aggiungere capacità, pensiamo che questo processo per linee esterne sia più funzionale alla redditività e alla sostenibilità del business", conclude il Presidente Antonio Marcegaglia.

Guarda qui l'intervista completa.